Lo stadio "Domenico Conte" di Arco Felice

Dopo due stagioni di inattività, la Puteolana 1902 potrebbe tornare a calcare i campi dei tornei dilettantistici.

Buone notizie arrivano infatti da Gragnano, dove il presidente del club locale di serie D, Carmine Franco, in un’intervista rilasciata al giornalista Angelo Sorrentino, del sito www.campaniafootball.com, ha annunciato la sua volontà di fare calcio a Pozzuoli.

Carmine Franco, presidente del Gragnano

L’intenzione di Franco è quella “di far rinascere una grande Puteolana” in un piazza in cui “il calcio che conta manca da 15 anni” e dove “c’è tutto per fare un grande progetto”.

Il patron del Gragnano ha dichiarato di aver già avviato contatti con “la politica locale” e di aver “trovato grande disponibilità”.

L’imprenditore Raffaele Niutta

Franco ha anche aggiunto che, ad affiancarlo in questa avventura, sarà l’imprenditore di San Giorgio a Cremano Raffaele Niutta (ex presidente della Frattese), “profondo conoscitore di calcio”, persona di “grande entusiasmo” e con il quale “abbiamo punti di vista molto simili”.

Un sodalizio dirigenziale che, si legge sempre nell’intervista, punta a creare “una società moderna,  un progetto che punta in alto (…) per creare sviluppo, strutture e anche posti di lavoro. Il comune di Pozzuoli lo ha capito e abbiamo avuto tutti riscontri positivi al momento”.

Un gruppo di tifosi granata

Carmine Franco ha però anche tenuto a sottolineare che siccome (…) andare a Pozzuoli ad oggi è ripartire da zero, vanno verificate tante cose perché (…) l’epoca dei dilettanti allo sbaraglio è terminata”.

C’è infatti anche la possibilità, sia pure remota, che il presidente del Gragnano possa optare per un ingresso in società col Savoia, ma, come egli stesso tiene a precisare, “solo se a Torre Annunziata dovessero restare senza calcio” (ipotesi che, allo stato, appare  improbabile), aggiungendo che “la Puteolana non sarebbe una seconda scelta” ed è “quella più concreta alle condizioni giuste e con i passi giusti”.

(foto gino conte)

Franco ha avuto già contatti con i tifosi della “1902”, in particolare con Gennaro Gaudino (presidente del club Cuore Granata intitolato al compianto Franco Serrapica) che, ieri sera, dal profilo Facebook dell’associazione ha scritto che, al termine di un colloquio telefonico, il patron gragnanese, gli ha confermato che “se deciderà di continuare con il calcio, lo farà solo ed esclusivamente a Pozzuoli”.

Ci auguriamo che tutto vada per il verso giusto (a cominciare dalla questione, non secondaria, legata alla gestione dello stadio “Domenico Conte”) e che non si  facciano altri brutti scherzi ad una tifoseria competente ed appassionata ma da troppi anni mortificata.

L’appello che sentiamo di rivolgere è soprattutto alla politica, quella che Carmine Franco dichiara di aver già compulsato ricevendone un’impressione positiva: esca allo scoperto per spiegare a che punto è questa trattativa.

Ma, soprattutto,  a nessun candidato venga in mente di fare speculazioni pre-elettorali su quella che, per molti nostri concittadini, rappresenta una vera e propria seconda pelle!

Commenti