Ricevo e pubblico*

Mercoledì scorso, mentre facevo la solita passeggiata intorno al lago d’Averno, ho visto due signori che alzavano una canna da pesca  con una tartaruga all’amo.

Ero distante una decina di metri, ma la cosa più grave è che già la stavano mettendo in un retino e se la volevano portare.

Quindi mi sono fermato, ho preso il telefono e ho cominciato a registrare questo video che vi invio, pregandoli gentilmente di rimettere la tartaruga dentro al lago.

Non so se costoro fossero davvero pescatori di frodo ma so per certo che di lì a poco questa tartaruga sarebbe sparita dal nostro lago, perciò li ho invitati a metterla di nuovo là dentro e loro, dietro mia insistenza, lo hanno fatto.

Non è la prima volta che vedo queste persone lì e posso immaginare che altre volte abbiano pescato tartarughe nel lago d’Averno.

Di certo, se non fossi intervenuto io, quella tartaruga sarebbe stata sradicata dal suo habitat naturale.

*Alfredo Avallone

Commenti