Ricevo e pubblico*

Come quasi tutti avranno notato sono iniziati i lavori finali per spostare la stazione della cumana da via Sacchini a via Fasano, altezza nautica Maglietta.

Nel contempo anche la stazione dei Cappuccini sarà soppressa.

Ciò significa che i puteolani che vorranno prendere la Cumana dovranno sobbarcarsi  una “passeggiata” di circa un chilometro anziché di pochi metri come succede ora.

Analogamente i pendolari delle isole, dopo un’ora di traghetto, dovranno sgranchirsi parecchio le gambe.

È funzionale tutto questo per i cittadini?

Ma soprattutto va nella direzione di disincentivare il trasporto privato a beneficio  del pubblico?

Io non credo. In inverno specialmente, con giornate di pioggia, quanti abitanti del centro resisteranno alla tentazione di prendere l’auto invece di camminare per 1 km sotto la pioggia?

La decisione è ormai presa da tempo, ma possibile che nel tempo nessuna Amministrazione si sia posto il problema?

*Antonio D’Isanto