Spazi pubblici chiusi con la zona rossa, che scatterà a partire da lunedì 8 marzo.

Lo annuncia il sindaco Enzo Figliolia nel suo consueto post serale in cui aggiorna la situazione quotidiana dei contagi in città.

“Stiamo per iniziare un nuovo periodo di zona rossa.  Il numero dei contagi in costante aumento, i posti in ospedale che scarseggiano, le testimonianze sofferte che mi arrivano, sono tutti indici della nuova fase in cui siamoscrive il Capo dell’Amministrazione sulla propria pagina Facebook –   La chiamano terza ondata. Sinceramente non so neanche se sarà l’ultima se i nostri comportamenti non faranno la differenza.  Siamo noi stessi ad essere i primi responsabili della propria salute.  A tutela di questa sto predisponendo la chiusura degli spazi pubblici. Non mi fa piacere farlo. Ma le direttive che ci giungono sono chiare: bisogna uscire soltanto per necessità. Ci sarà il momento per recuperare giornate all’aria aperta. Ora dobbiamo evitare il contagio.  Ci sono ragazzi di vent’anni e persone tra i 40 e i 50 anni intubate, in terapia intensiva: io sono in attesa dell’aggiornamento del numero dei pazienti ospedalizzati da parte dell’Asl. Il virus è mutato, colpisce di più ed anche chi ha un organismo più forte: non possiamo consentire che circoli.  Restiamo a casa evitando incontri non necessari. Facciamolo per ciascuno di noi e per tornare alla nostra normalità”.

IL BOLLETTINO DEI CONTAGI

Con i 33 nuovi contagiati delle ultime 24 ore (su 271 tamponi complessivi analizzati) sale  a 3.963 il numero dei nostri concittadini positivi al tampone Covid dal 1°marzo 2020.

I positivi attuali sono 469 (4 ricoverati e 465 in isolamento domiciliare), mentre  3.443 sono i guariti definitivi (8 in più rispetto a ieri). Le vittime sono 51, diciassette delle quali negli ultimi due mesi e mezzo

In ulteriore netto incremento  rispetto a ieri  la percentuale di contagiati sui tamponi effettuati (12,18%), superiore (+9,4%) anche alla percentuale dell’intera regione Campania, che nelle ultime 24 ore si è attestata mediamente all’11,13% (2.843 tamponi positivi su 25.527 tamponi totali).