HomenewsAffissioni abusive a “firma”...
spot_imgspot_img
spot_img

Affissioni abusive a “firma” di Figliolia: chi sta danneggiando l’immagine del Sindaco?

Nella nostra città, purtroppo, ci stiamo abituando a tutta una serie di piccoli e grandi abusi quotidiani. Ma ciò a cui non riusciremo mai ad abituarci è il cattivo esempio fornito (fin troppo spesso) dalle istituzioni, sia per loro responsabilità diretta che indiretta.

Non a caso, nel nostro Diritto, è punita sia la cosiddetta “culpa in eligendo” (per aver affidato un lavoro a chi non è capace di farlo) sia la “culpa in vigilando” (per non aver controllato l’operato altrui).

Esaurita la doverosa premessa, veniamo al “dunque”.

E i fatti sono nelle sconfortanti immagini che Pozzuoli21 vi sottopone.

Cose sotto gli occhi di tutti, per la verità.

Queste foto, infatti, sono state scattate sabato in via Roma, nella zona portuale, ma potrebbero essere state scattate ovunque a Pozzuoli, giacchè la situazione è abbastanza simile in molte altre zone del territorio. C’è un volantino affisso abusivamente dappertutto: sulle fontane pubbliche, sui muri, sui cancelli privati, persino all’esterno dei vani in cui sono alloggiati i contatori dell’energia elettrica.

Uno scempio, insomma.

Ma la cosa più grave è che questo volantino porta la firma del sindaco puteolano Enzo Figliolia e informa la cittadinanza di un importante progetto dei servizi sociali dell’ambito territoriale numero 12 (che comprende i Comuni di Pozzuoli, Bacoli e Monte di Procida) per l’erogazione di un contributo economico che garantisca l’assistenza domiciliare ad una determinata fascia di persone che non sono più autosufficienti.

Lodevole iniziativa, non c’è che dire.

E anche tanta fretta di divulgare la notizia, in quanto si può richiedere l’agevolazione soltanto entro il 27 febbraio, cioè non oltre venerdì di questa settimana.

Resta da capire a chi diavolo sia venuto in mente di diffondere un’informazione del genere in un modo così barbaro.

E per quale motivo nessuno sia intervenuto a rimuovere quei volantini affissi senza alcuna regola.

 L’appello di Pozzuoli21 va al sindaco Figliolia.

Assodato che qualsiasi persona sana di mente esclude a priori nel modo più assoluto l’ipotesi che il Capo dell’Amministrazione possa aver commissionato un’illegalità, resta il fatto che su quei volantini c’è la sua firma e, dunque, la sua faccia.

Adesso che lo sa, siccome Figliolia tiene tantissimo alla propria immagine (e fa bene!), siamo sicuri che quei volantini spariranno in un baleno e lui stesso perseguirà ogni strada che la legge gli consente per individuare e sanzionare chi gli sta facendo fare una così pessima figura agli occhi dell’opinione pubblica…

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli pubblicati