E’ un vero e proprio appello alle forze dell’ordine e ai vigili urbani quello che, attraverso “Pozzuoli21”, viene lanciato da un gruppo di residenti stanchi di vivere una situazione da incubo che va avanti da troppo tempo. La zona “incriminata” è quella circostante la Solfatara, dove, con frequenza quasi “scientifica”, si consumano furti e atti di vandalismo ai danni di turisti e abitanti del posto.

“Bisogna fare qualcosa perché non ce la facciamo più e non è nemmeno giusto che chi viene a visitare la nostra città debba tornarsene al proprio paese con un ricordo così brutto di questa terra –denunciano coloro che hanno deciso di rendere pubblico il proprio malcontento- Sono almeno cinque anni che abbiamo perso la tranquillità per colpa di una banda che agisce indisturbata a tutte le ore del giorno e della notte. I più tartassati sono i turisti: in tanti, non appena parcheggiano da queste parti, hanno la brutta sorpresa di trovarsi l’auto o il camper con i vetri sfondati e depredati di oggetti anche di minimo valore ma persino dei borsoni con gli indumenti. Da quando la Solfatara è aperta anche di sera, poi, questi delinquenti trovano ancora più pane per i propri denti, complice anche la scarsa illuminazione del circondario. E sapeste che stretta al cuore sapere che chi viene qui attirato dalle nostre bellezze e per portare anche un po’ di soldi alla nostra economia, è costretto a subire violenze del genere e magari, per lo shock, decide di non mettere mai più piede a Pozzuoli. Purtroppo –proseguono i nostri interlocutori- questi maledetti non risparmiano niente e nessuno, nemmeno noi residenti. Ai turisti infatti rubano, mentre a noi fanno i dispetti: rompono i vetri delle nostre auto, ci bucano le ruote e abbiamo la sensazione che è come se lo facessero per intimidirci nel caso in cui li vedessimo all’opera durante le loro scorribande furtive. E’ arrivato il momento di fermare questo scempio. Ci appelliamo a polizia, carabinieri, agenti della municipale, sindaco, assessori, consiglieri comunali:  fate qualcosa affinchè questa zona di Pozzuoli sia più controllata.  Siamo convinti che basterebbe soltanto la presenza di qualche pattuglia che gira ogni tanto per ottenere almeno il risultato di scoraggiare qualsiasi malintenzionato. Così come si potrebbe potenziare la pubblica illuminazione, nella speranza che prima o poi questa benedetta videosorveglianza decisa dall’Amministrazione entri in funzione. Ci auguriamo che questa segnalazione venga presa al più presto concretamente in considerazione da chi di dovere. E’ importante farlo, soprattutto nelle poche zone in cui ogni giorno affluiscono i turisti: se vogliamo che Pozzuoli rinasca grazie al loro apporto, non possiamo consentire che cancellino la nostra città dai loro itinerari per colpa di pochi balordi che stanno facendo il bello e il cattivo tempo e andrebbero identificati e arrestati al più presto”.

Un s.o.s. accorato e sensato.

I destinatari farebbero bene a non cestinarlo.

Non foss’altro  che per il rischio che, nella morsa di questi delinquenti, prima o poi ci possa finire un vip.

Con relativo ed inevitabile sputtanamento mediatico a livello nazionale, europeo o mondiale.