L'albero caduto stamattina in via Campi Flegrei, all'altezza dell'ingresso degli uffici della Diocesi e della Curia

E’ stata un’alba di tregenda in città a causa di una bufera di vento che ha fatto crollare decine di alberi, anche quelli più imponenti creando notevoli problemi alla viabilità.

Il destino ha voluto che il giorno di festa e l’orario in cui è accaduto il tutto, non facessero stare per strada molte persone, altrimenti sarebbe stata una carneficina.

Un albero caduto a via Napoli

Specie in via Campi Flegrei (all’altezza del Villaggio del Fanciullo), sia su uno dei due ingressi del distretto sanitario dell’Asl, al corso Terracciano, dove il cedimento di due enormi piante, in qualsiasi altro giorno della settimana, avrebbe potuto provocare feriti o vittime.

 

Grossi disagi anche a Monterusciello (dove sono volati anche dei tabelloni pubblicitari) e grandissimo impegno dei vigili urbani e delle squadre comunali di giardinieri, che in poco tempo hanno cercato di ripristinare la normalità, mettendo in sicurezza alla meglio oppure potando anche gli alberi non caduti ma pericolanti.

 

Un plauso particolare va a tutti gli addetti ai lavori per la celerità di intervento in via Brancati, dove i residenti erano rimasti intrappolati per la caduta di un pino e la contemporanea chiusura dello svincolo della variante Anas (pericolante da ormai quattro mesi): nel giro di un’ora, la strada è stata liberata ed è tornata immediatamente percorribile.

Rinviata a causa del maltempo anche la partita tra Puteolana e Casoria, in programma oggi alle 14.30 allo stadio “Domenico Conte”.

Fino alla mezzanotte, su tutta la città vige l’allerta meteo di colore arancione, così come preannunciato ieri pomeriggio e confermato poco fa dal sindaco Figliolia, sulla propria pagina Facebook, con l’invito a tutti i cittadini a non uscire di casa se non in caso di necessità.