Pasquale Giacobbe e Carlo Morra

C’è anche Pasquale Giacobbe tra gli sfidanti (finora quattro) di Figliolia alla carica di Sindaco di Pozzuoli per le elezioni dell’11 giugno.

La notizia, già nell’aria da qualche giorno, è stata ufficializzata, attraverso un post su Facebook, da Antonio Pentangelo, coordinatore provinciale di Forza Italia.

Antonio Pentangelo, coordinatore provinciale di Forza Italia

Nell’annunciare anche le candidature alla carica di primo cittadino per Sant’Antimo (Corrado Chiariello) e Ischia (Gianluca Trani), Pentangelo ha scritto che “ancora una volta torniamo in campo proponendo una classe dirigente di alto profilo e grande esperienza politica e amministrativa che può contare su di un partito in forte rilancio e su una coalizione particolarmente coesa, una squadra dunque pronta e determinata ad interpretare i bisogni veri delle rispettive comunità e a dare dunque risposte serie e concrete alle relative istanze”.

Pasquale Giacobbe

Giacobbe (che nel 2008 diventò Sindaco di Pozzuoli vincendo al primo turno con 27.000 voti ed il 54,39% di consensi, ma fu poi sfiduciato dalla sua stessa maggioranza due anni dopo) era in “panchina” dalla primavera 2015, quando si candidò alle Regionali conquistando a Pozzuoli, con le sue sole forze, un discreto risultato (2.458 preferenze, 1.484 in meno di Elio Buono, sostenuto tuttavia da Figliolia e dalla maggioranza del partito democratico locale) che però, al pari del candidato Pd non gli valse l’elezione.

Nei prossimi giorni si capirà se Giacobbe (che aveva inizialmente condiviso il progetto, poi sfumato, di Pasquale Bove) correrà esclusivamente con Forza Italia o gli si affiancheranno altri partiti o liste civiche.

Carlo Morra

Intanto, un sesto candidato sindaco potrebbe saltar fuori quanto prima: è l’ex assessore Carlo Morra, che sta dialogando con i fuoriusciti del Pd, confluiti nel Movimento Democratico e Progressista Articolo 1 e guidati in Campania dall’eurodeputato Massimo Paolucci.

Commenti