Due giorni di sospensione delle lezioni al “Pareto” di Arco Felice a causa, molto probabilmente, di un gruppetto di alunni teppisti.

E’ il terzo raid in quattro mesi a colpi di creolina nell’istituto superiore di via Annecchino.

Stavolta i vandali si sono arrampicati sui solai entrando da una finestra del bagno lasciata (casualmente?) aperta all’ultimo piano della struttura e hanno versato litri e litri del puzzolente disinfettante sulle pareti di quasi tutte le aule dal primo al terzo piano (salvato solo il piano terra, dove si svolgeranno regolarmente i corsi pomeridiani di primo soccorso e quello serale per studenti lavoratori), rendendo impossibile lo svolgimento di qualsiasi attività didattica.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri, a cui sono state consegnate le immagini della videosorveglianza interna alla scuola.

I sospetti sui responsabili di queste incursioni sono già da tempo concentrati su tre alunni del biennio, più volte sospesi per la loro indisciplina e che, in circostanze del genere, agirebbero col volto coperto da maschere.

Purtroppo la scuola (che ha comprato le telecamere a proprie spese) non ha in dotazione un sistema di allarme collegato con le forze dell’ordine, sebbene la specifica richiesta sia stata fatta più volte alla Città Metropolitana.

Ci auguriamo che l’Amministrazione Provinciale, presente anche in Consiglio Comunale a Pozzuoli con un proprio rappresentante (Paolo Tozzi) prenda al più presto a cuore questo problema e contribuisca a risolverlo.