Una bruttissima storia di violenza e degrado arriva da Monterusciello, dove, nel primo pomeriggio di ieri, una donna di 69 anni è finita in ospedale con ferite e fratture in varie parti del corpo.

A dare l’allarme una vicina di casa, che ha visto la poverina riversa dolorante e sanguinante sull’erba del giardino della villetta in cui la pensionata abita con la famiglia.

Sul posto (via Pendìo) è sopraggiunta la polizia e, poco dopo, un’ambulanza per il trasporto dell’anziana nel reparto di ortopedia dell’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di La Schiana.

Agli inquirenti la malcapitata ha dichiarato di essere stata scaraventata giù dal balcone del primo piano della casa, da un’altezza di circa quattro metri, al termine di una  furibonda lite con  due dei suoi quattro figli, che, a suo dire, l’avrebbero inseguita e picchiata selvaggiamente fino a prenderla di peso e a buttarla di sotto.

Il Commissariato di Polizia di Pozzuoli

A nulla sono valse le giustificazioni dei due accusati, che avrebbero negato tutto riconducendo l’accaduto ad un gesto di autolesionismo della mamma: entrambi i figli della donna (di 35 e 26 anni) sono stati posti in stato di fermo per tentato omicidio e trasferiti nel carcere di Poggioreale dopo una notte trascorsa nelle camere di sicurezza del Commissariato di Pozzuoli.

Una vicenda agghiacciante ma ancora tutta da chiarire, visto che, purtroppo, questa famiglia è già tristemente nota alle forze dell’ordine per furiosi litigi e denunce reciproche.