Ricevo e pubblico* 

“Mi appello alle forze sane della città, agli imprenditori, ai calciatori che sono nati o hanno militato a Pozzuoli, a tutti quelli che amano la Puteolana Calcio: salviamo la nostra squadra. Io per primo metto a disposizione lo stipendio di luglio. C’è bisogno di uno sforzo comune per iscrivere la Puteolana al prossimo campionato di serie D”.

Sono le parole dell’assessore allo Sport del Comune di Pozzuoli, Franco Fumo, che, nel corso di una conferenza stampa tenuta questa mattina nella sede del Municipio, ha voluto lanciare un appello alla città per salvare la Puteolana Calcio, “società nata nel 1902 e che rappresenta la storia del calcio a Pozzuoli”. “Una storia che io per primo, ex calciatore, ho a cuore – ha continuato l’assessore Fumo – e per la quale c’è stato un grosso impegno dell’amministrazione comunale, con il sindaco in testa, che ha trovato la disponibilità di imprenditori pronti ad investire. Ma questo non basta. Per partecipare al campionato 2014-2015 occorrono ancora 130 mila euro, una somma che aveva garantito un noto imprenditore napoletano e che nelle ultime ore è venuto meno. I tempi stringono e per questo mi appello a tutti, anche ai tifosi e ai semplici cittadini, che possono contribuire con l’acquisto di un abbonamento, fissato per l’appunto a un prezzo basso (50 euro). Noi ci crediamo -ha aggiunto Franco Fumo –come crediamo nei valori dello sport, che viaggia di pari passo con la crescita culturale della città”.

*Ufficio Stampa  Comune di Pozzuoli

(la foto grande in alto dell’assessore Franco Fumo è di Alfio Panico)