Diventano ufficiali le decisioni prese stamattina dal governatore De Luca nel modificare quanto stabilito ieri a proposito di ristorazione da asporto e attività motoria.

Dal 4 al 17 maggio, dunque, come è scritto nell’ordinanza regionale numero 42 (diramata poco fa: CLICCA QUI PER LEGGERLA), per quanto riguarda l’asporto, potrà essere effettuato tutti i giorni e senza limite di orario da bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie, a queste condizioni.

E cioè che: avvenga solo attraverso prenotazioni telefoniche oppure on line; che il banco vendita per la consegna degli alimenti sia collocato all’ingresso dell’esercizio commerciale e con un addetto dedicato; che sotto la responsabilità dei gestori venga assicurato un distanziamento di almeno un metro tra i clienti in attesa ed un metro tra i clienti ed eventuali fattorini impegnati per la consegna a domicilio; che i clienti indossino obbligatoriamente le mascherine ed il personale dei locali  sia obbligato ad indossare  mascherine e guanti.  

Prescrizioni che a Pozzuoli sono state integralmente recepite dal sindaco Figliolia, con l’ordinanza numero 86 di oggi (CLICCA QUI PER LEGGERLA),

Per quanto invece riguarda l’attività motoria, la stessa ordinanza di De Luca stabilisce che, dal 4 al 17 maggio, in qualsiasi orario e senza alcuna limitazione di distanza dalla propria abitazione, è possibile svolgere attività motoria all’aperto (la classica passeggiata) indossando la mascherina (dal cui obbligo sono esentati solo i bambini al di  sotto dei 6 anni e le persone che hanno patologia incompatibili con il suo uso), a distanza di due metri dalla persona più vicina, a meno che non si tratti di un convivente nella stessa abitazione, di un minore o di una persona non autosufficiente.

Sempre nello stesso periodo (dal 4 al 17 maggio) ma solo dalle 6 alle 8.30 e a qualsiasi distanza dalla propria abitazione, è consentito, nelle aree pubbliche ed in quelle aperte al pubblico, fare attività sportiva (corsa, footing e jogging), da soli e senza obbligo di mascherina ma portandola con sé per usarla nel caso ci si incontri a meno di due metri  di distanza con altre persone.

A proposito di queste specifiche attività (passeggio e corsa), con l’ordinanza numero 87 firmata oggi (CLICCA QUI PER LEGGERLA), il sindaco Figliolia ha disposto, a partire da lunedì 4 maggio, la riapertura del lungomare Pertini (ad eccezione dell’area giochi), dei belvedere, delle ville e delle villette pubbliche (oggetto di provvedimento di chiusura dal 14 marzo scorso) per consentire in questi luoghi le attività di corsa dalle 6 alle 8.30 e le passeggiate in qualsiasi momento della giornata nelle modalità stabilite dalla Regione.

Restano invece ancora chiusi il parco pubblico di villa Avellino, l’oasi di Monte Nuovo e il parco urbano di via Vecchia delle Vigne, almeno fino a quando non sarà deciso quante persone potranno entrarvi per volta in modo da creare il giusto distanziamento sociale.