La Regione, attraverso il proprio sito istituzionale, ha reso note le graduatorie provvisorie per l’erogazione dei contributi sugli affitti privati pagati ai proprietari di casa nel corso del 2019.

E’ bene chiarire che non si tratta della ripartizione dei  fondi stanziati per l’emergenza Covid (cioè la possibilità di ricevere il rimborso di una pigione e mezza), ma di soldi che si era programmato di elargire alle famiglie in difficoltà già prima dell’esplosione della pandemia.

Dei 13 milioni 802 mila 873 euro e 68 centesimi finanziati dalla Regione, 2.490.836,40 € sono andati alla sola città di Napoli, 3.477.875,04 € se li sono dovuti dividere 18 comuni con popolazione superiore a 50mila abitanti, 3.917.081,12 € sono stati ripartiti tra 49 comuni con popolazione superiore a 20mila abitanti e inferiore a 50 mila abitanti e ulteriori 3.917.081,12  € sono stati destinati complessivamente a 384 comuni con popolazione inferiore a 20mila abitanti.

Nei quattro comuni dell’area flegrea, per il bando fitti 2019, sono state approvate 1.721 domande: 791 per gli inquilini di Pozzuoli,  590 per gli inquilini di Quarto, 214 per gli inquilini di Bacoli e 126 per gli inquilini Monte di Procida.

Andiamo ad analizzare il dettaglio comune per comune nel nostro comprensorio.

A POZZUOLI sono state approvate 645 domande per la fascia di reddito A (le famiglie con Ise fino a 13.338,26 euro dovranno dividersi un contributo totale di 132.747,10 euro, ossia circa 206 euro a nucleo familiare) e 146 domande per la fascia di reddito B (le famiglie con Ise da 13.338,27 a 25.000 euro dovranno dividersi un contributo totale di 47.656,34 euro, ossia circa 326 euro a nucleo familiare).

A QUARTO sono state approvate 472 domande per la fascia di reddito A (le famiglie con Ise fino a 13.338,26 euro dovranno dividersi un contributo totale di 97.060,63 euro, ossia circa 206 euro a nucleo familiare) e 118 domande per la fascia di reddito B (le famiglie con Ise da 13.338,27 a 25.000 euro dovranno dividersi un contributo totale di 42.336,85 euro, ossia circa 359 euro a nucleo familiare). In questo caso, però, l’Amministrazione ha ottenuto dalla Regione l’autorizzazione a non concedere il 100% del contributo spettante a chi rientra nei requisiti, in modo da poter allargare la platea di beneficiari.

A BACOLI sono state approvate 181 domande per la fascia di reddito A (le famiglie con Ise fino a 13.338,26 euro dovranno dividersi un contributo totale di 38.032,70 euro, ossia circa 210 euro a nucleo familiare) e 33 domande per la fascia di reddito B (le famiglie con Ise da 13.338,27 a 25.000 euro dovranno dividersi un contributo totale di 13.109,92 euro, ossia circa 397 euro a nucleo familiare). Come per Quarto, però, anche Bacoli ha ottenuto dalla Regione l’autorizzazione a non concedere il 100% del contributo spettante a chi rientra nei requisiti, in modo da poter allargare la platea di beneficiari.

A MONTE DI PROCIDA, infine, sono state approvate 101 domande per la fascia di reddito A (le famiglie con Ise fino a 13.338,26 euro dovranno dividersi un contributo totale di 22.116,08 euro, ossia circa 219 euro a nucleo familiare) e 25 domande per la fascia di reddito B (le famiglie con Ise da 13.338,27 a 25.000 euro dovranno dividersi un contributo totale di 11.807,48 euro, ossia circa 472 euro a nucleo familiare).


Di seguito, pubblichiamo l’elenco delle domande approvate per ciascuno dei quattro comuni dell’area flegrea.

POZZUOLI-CLICCA QUI PER LEGGERE L’ELENCO DELLE 791 DOMANDE APPROVATE

QUARTO – CLICCA QUI PER LEGGERE L’ELENCO DELLE 590 DOMANDE APPROVATE

BACOLI – CLICCA QUI PER LEGGERE L’ELENCO DELLE 214 DOMANDE APPROVATE

MONTE DI PROCIDA – CLICCA QUI PER LEGGERE L’ELENCO DELLE 126 DOMANDE APPROVATE

TUTTE LE ISTRUZIONI PER CONTROLLARE L’ESITO DELLA PROPRIA DOMANDA DI CONTRIBUTO

Per ovvi motivi di privacy, non sono indicati nomi e cognomi dei beneficiari del contributo ma soltanto i numeri di pratica delle domande “vincitrici”.

Per poter controllare il proprio numero di pratica, è necessario accedere alla piattaforma “bandofitti.regione.campania.it“, con le proprie credenziali di accesso (username e password) con le quali ci si è già dovuti registrare per chiedere il contributo.

Per controllare se il proprio numero di pratica, rientra tra quelli ammessi al finanziamento, basta aprire uno dei documenti che pubblichiamo di seguito (a seconda se il contributo è stato richiesto come residente di Pozzuoli, Quarto, Bacoli e Monte di Procida) e copiare e incollare (oppure scrivere per intero) il proprio numero di pratica nella casella “trova” che si apre in alto a destra del documento dopo aver cliccato contemporaneamente i tasti  CTRL  ed F. Cliccando su “precedente” o “avanti”, il sistema vi dirà se quel numero è inserito in elenco e in che posizione potete trovarlo.

Per le altre notizie sulle domande di contributo per il bando fitti 2019 accolte negli altri comuni della Regione Campania, sulle domande con anomalie, sulle domande escluse e sul riparto dei fondi comune per comune, potete invece CLICCARE QUI