Il ristoratore puteolano Giuseppe Bruno, in arte "Bobò"


Ha avuto il coraggio di reagire alla malavita, ha vissuto momenti di grande sconforto ma, col tempo, il lavoro duro e la solidarietà è riuscito a sconfiggere quel magone che lo stava spingendo a mollare tutto.

Oggi, Giuseppe Bruno, in arte “Bobò”, si rimette in gioco più carico che mai e, attraverso Pozzuoli21, ha deciso di annunciare l’apertura del suo nuovo locale, un enorme ristorante che sorge nella zona di Arco Felice Vecchio e si specializzerà in eventi.

L’inaugurazione è prevista per la fine del mese prossimo ma “Bobò”, dopo aver già scelto tutto il personale di sala, deve ancora reperire la brigata di cucina.

Bobò

“Assumo 20 dipendenti, che vanno ad aggiungersi ai 16 che ho già nel ristorante sul porto. E lo faccio nella mia terra, in segno di amore per questa città che mi ha dato tutto e che niente e nessuno mi costringerà mai ad abbandonare, nemmeno dopo tutto quello che ho passato e che voi tutti sapete – ci dice Bobò Mi restano da inquadrare gli ultimi quattro collaboratori, cerco due cuochi e due aiuto cuochi. Li voglio referenziati, esperti, con un curriculum di spessore, devono essere chef veri, non soltanto bravi a presentarsi come tali. Per sceglierli farò una sorta di casting, li metterò alla prova e deciderò chi merita il contratto. Pago bene, rispetto tutti i sacrosanti diritti di ogni lavoratore, ma esigo massima qualità e professionalità. Chi lavora con me lo sa: patti chiari e amicizia lunga.  Chi pensa di poter fare al caso mio, può telefonarmi al 347/6237171 e prenderemo un appuntamento per un colloquio ed una verifica pratica”.

In bocca al lupo dunque a “Bobò” e a tutti gli aspiranti cuochi o aiuto cuochi che si contenderanno questi quattro posti di lavoro.