La Protezione Civile regionale ha comunicato che la bolla di calore sulla Campania durerà fino alle 20 di domenica prossima, 1 agosto.

In particolare, fino alle 20 di stasera, ci saranno “temperature al di sopra dei valori medi stagionali di 7-8 gradi e un tasso di umidità che, soprattutto nelle ore serali e notturne sul settore costiero e sulle zone pianeggianti, potrà superare anche il 60-70%, in condizioni di scarsa ventilazione”.

Dalle 20 di stasera fino alle 20 di domenica, invece, ci saranno “temperature al di sopra dei valori medi stagionali di 5-6 gradi e un tasso di umidità che, soprattutto nelle ore serali e notturne sul settore costiero e sulle zone pianeggianti, potrà superare anche il 70%, in condizioni di scarsa ventilazione”.

Nella nota, diffusa sulla propria pagina Facebook poco fa dal sindaco Figliolia, c’è anche la raccomandazione  “di non esporsi al sole o praticare attività sportive nelle ore più calde” e di prestare “particolare attenzione devono prestare ai cardiopatici, agli anziani, ai bambini ed ai soggetti a rischio”.

Nessuna notizia, almeno fino ad ora, però, da parte del Capo dell’Amministrazione di Pozzuoli, sull’ennesimo guasto che, dalle 2 della notte scorsa e fino a poco fa, ha provocato ancora una volta mancanza di acqua in tutto il rione Solfatara.

Una situazione che, proprio a causa del caldo, ha moltiplicato i disagi per i residenti in zona, che hanno dovuto attendere l’arrivo di alcuni pezzi di ricambio mancanti per riparare un quadro elettrico che troppo spesso va in tilt.

Almeno le scuse da parte della massima autorità istituzionale locale a tante famiglie rimaste all’asciutto per così tanto tempo, con questo clima e senza ricevere alcuna informazione ufficiale, sarebbero doverose.