Le fortissime raffiche di vento dei giorni scorsi e la cocciniglia che li ha ormai rinsecchiti hanno provocato la caduta di quattro pini nell’oasi di Monte Nuovo.

Per fortuna, il cedimento non ha travolto nessun visitatore, ciò grazie anche all’opera di prevenzione degli operai forestali della Città Metropolitana, che, alle prime avvisaglie di pericolo, si sono premurati di allertare il Comune affinché fosse transennato il sentiero di accesso al cratere del vulcano più giovane d’Europa.

Nel cerchio nero uno dei varchi di accesso non autorizzati sulla 4^Traversa Montenuovo

Resta tuttavia il rischio che qualcuno (specie dopo le tre del pomeriggio, quando il sito resta incustodito) possa intrufolarsi all’interno attraverso uno dei numerosi varchi abusivi esistenti tutt’intorno e molto frequentati da chi preferisce un ingresso più “avventuroso”.

L’operazione di rimozione degli alberi crollati dovrebbe iniziare a partire da lunedì, quando terminerà il servizio antincendio fornito per 40 ore settimanali dagli addetti provinciali.

Commenti