E’ scoppiato il pandemonio all’ospedale di Pozzuoli, dove da oggi pomeriggio il reparto di Medicina è in quarantena, con divieto di ingresso e di uscita dalla divisione per chiunque. Cinque paramedici in servizio all’interno di quel padiglione (un’infermiera e tre operatori sociosanitari) e due pazienti sono infatti risultati positivi al Covid-19. Il contagio sarebbe avvenuto in seguito al ricovero per tre giorni di una paziente con problemi ematologici, sottoposta a due tamponi veloci, con esito negativo e trasferita in Medicina dal pronto soccorso dopo il primo test rapido. Le condizioni della donna però si sono progressivamente aggravate e sabato pomeriggio è stata trasferita all’Ospedale del Mare, dove invece il tampone ordinario è risultato positivo. Nel reparto Covid-19 dell’ospedale di Pozzuoli sono ora ricoverati tre dei sei contagiati: i due pazienti compagni di stanza della donna e uno dei paramedici. Si attende ora l’esito di altri sette tamponi effettuati tra ieri e oggi sul personale del reparto, tra cui c’è purtroppo chi è a casa e ha la febbre alta. Il tampone toccherà poi molto probabilmente anche a tutti gli altri 25 degenti in Medicina, così come a tutti i colleghi dei paramedici contagiati, eventualmente anche di altri reparti con cui potrebbero essere venuti a contatto.  

Su quanto sta accadendo all’ospedale, il sindaco Figliolia, massima autorità sanitaria sul territorio, ha pubblicato un durissimo post sulla sua pagina Facebook.

Quello che sta succedendo ed è successo in queste ore all'ospedale Santa Maria delle Grazie è incomprensibile ed è molto…

Posted by Vincenzo Figliolia on Saturday, 11 April 2020