Homenews“Cara Angela Merkel, da...

“Cara Angela Merkel, da te quanto ‘durano’ le strisce pedonali?”

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Oso l’inosabile e, macchiandomi dell’imperdonabile reato di “lesa maestà”, mi permetto di dare un suggerimento al sindaco Figliolia. Visto che ormai “se la fa” con il cancelliere tedesco Angela Merkel (transitata due volte in pochi giorni a Pozzuoli…da turista di passaggio per Ischia e di ritorno dall’isolaverde…come quasi tutti i teutonici d’altronde: presenza spacciata mediaticamente come mirabolante risultato del lavoro di quest’Amministrazione), potrebbe chiederle tante cose utili al suo lavoro di primo cittadino.

Ad esempio, come funziona in Germania la tinteggiatura delle strisce pedonali.

Magari ne ricaverà informazioni interessanti per provvedere al meglio anche nel “capoluogo” flegreo.

Sì, perché la segnaletica orizzontale che dovrebbe consentire di non essere investiti ha qualche problema di  tenuta del colore…e sicuramente Frau Angela, attraverso i suoi più stretti collaboratori, sarà in grado di fornire indicazioni preziose in tal senso.

Via Napoli, ad esempio, all’altezza di edicola e distributore di carburante, è un esempio di come le cose qui non funzionino per nulla.

Roba  che nemmeno la visita di un cancelliere riesce a cancellare.

Le strisce pedonali che vedete in foto, dopo un lungo periodo di “sparizione” e mancata manutenzione, sono state ritinteggiate appena una settimana fa dagli operai del Comune

Dovrebbero essere di un bianco quasi accecante o qualcosa di simile.

Invece, sono già “pallide” e vicine all’estinzione.

Ancora pochi giorni, o, al massimo, qualche settimana, e non si vedranno più.

I soliti “sapientoni” dicono che sia stata un po’ di pioggia (peraltro ampiamente prevista) a portarsi via il colore originale.

Ma è normale una cosa del genere?

Che razza di vernice usa il Comune? Acqua fresca? E quanto costa alla collettività?

E, ancora: una volta finito il lavoro, c’è qualcuno che controlla sia stato effettuato a regola d’arte e non sia bisognoso di “ripassi”, oppure non è prevista alcuna verifica?

Magari sono le stesse domande che la Merkel porrebbe a Figliolia se vedesse un attraversamento pedonale conciato così.

Ma il nostro sindaco è furbo: mica porta il cancelliere a vedere queste schifezze, ma se la “palleggia” tra caffè, pizzette nei bar degli amici suoi (una consumazione per uno non fa male a nessuno…) e un rione Terra vietato ai comuni mortali.

D’altronde, se così non fosse, come potrebbe mettersi in “fruscio” con la stampa a “senso unico”  sempre pronta a osannarlo?

Ridicole buffonate rispetto alla realtà.

Realtà di cui  queste strisce pedonali rappresentano soltanto un piccolissimo esempio… (http://www.pozzuoli21.it/w-la-strafottenza/)

 

 

spot_img

Ultimi articoli pubblicati