Ricevo e pubblico*

Carissimo Sindaco, Le scrivo in quanto in famiglia non sono arrivate le bollette per pagare la tassa sui rifiuti.

Parlando in giro ho saputo che molte persone non hanno ricevuto le cartelle.

Per cui vorrei informarla che non penso che la posta privata di cui si serve sia affidabile, visto che oggi che è la scadenza della prima rata non hanno consegnato le cartelle.

Visto che questi soggetti sono pagati con le tasse che noi cittadini paghiamo, penso che un po’ di diritto di lamentarci del loro non lavoro ce l’abbiamo.

Visto che sia i miei genitori che mia zia sono molto anziani, stamattina sono andata io all’ufficio di via Campana per farmi stampare le suddette cartelle.

Erano appena le 11 e mi hanno detto che non davano più numeri.

Ora già mi sembra strano che un ufficio del genere sia aperto al pubblico solo due volte a settimana, ma se si deve fare la nottata per prendere il numero è a dir poco assurdo.

Ancora più assurdo è voler fare il proprio dovere pagando le tasse ma sentirsi dire che alle 11 non danno più numeri……e io sono andata in macchina…..figuriamoci per le persone che ci devono arrivare in autobus….

Con il caldo insopportabile che c’è, mi è salito il sangue alla testa e ho alzato la voce.

Purtroppo da noi solo così si ottiene qualcosa.

E allora l’impiegato mi ha detto di aspettare e dopo meno mezz’ora mi ha detto che potevo entrare per farmi stampare le cartelle.

Tutto questo sproloquio per dirle che non è giusto che non ci sia abbastanza rispetto per chi vuole fare il cittadino corretto e spero che prenda provvedimenti a riguardo, soprattutto per l’ufficio di via Campana che sembra sempre una bolgia dantesca.

La ringrazio e spero che tra i tanti impegni che ha trovi un pochino di tempo anche per questo.

*Una cittadina puteolana anche a nome di tanti altri.