Ricevo e pubblico*
“Caro sindaco Figliolia, sono una dipendente statale residente al rione Toiano e ti scrivo, sia pure attraverso questo organo di informazione, perché purtroppo ho avuto un brutto incidente.
Come cittadina pago regolarmente le tasse, ma devo purtroppo anche constatare che tu, come Capo dell’Amministrazione Comunale, hai abbandonato determinate parti del quartiere in cui vivo.
Ti porto come esempio la strada in cui risiedo, ossia via Diocleziano: su questa strada, spesso (molto spesso!) i lampioni della pubblica illuminazione sono spenti.

Via Diocleziano a Toiano: lampioni spenti...
Via Diocleziano a Toiano: lampioni spenti…

Ho provato a lamentarmi più volte, ho due figlie che di sera escono e tornare nella più totale oscurità fa paura.
Così, l’altra sera, ho portato io il cane a passeggio e sono stata aggredita da due ragazzini che erano a bordo di un piccolo motorino.
Nel buio, hanno fatto confusione scambiando il cellulare per il borsellino stretto nella mano destra.
Purtroppo ho reagito non mollando e sono stata strattonata, ho segni sul braccio e lividi perfino sullo stomaco.
Caro Sindaco, non ti chiedo l’impossibile: solo un po’ più di attenzione per le brave persone.
Grazie per l’attenzione e per quanto farai”.
*Lettera firmata

Commenti