Ricevo e pubblico*

Salve, sono un residente nelle vicinanze del Parco Cuma, a poca distanza dall’isola ecologica di via Vecchia delle Vigne.

Vi scrivo per lanciare, al sindaco Figliolia, un appello corredato da alcune foto che ho scattato giovedì scorso, ma che rappresentano una situazione verificabile in qualsiasi momento.

52cc6204-713d-4ce4-a736-842ddad16d39Proprio davanti al cancello di ingresso dell’isola ecologica, infatti, moltissimi cittadini provenienti da ogni parte di Pozzuoli, si recano a tutte le ore del giorno e della notte, quando l’impianto è chiuso ma anche quando esso è aperto al pubblico, per sversare illegalmente di tutto, perfino dei materiali che potrebbero essere conferiti all’interno del sito.

E’ una situazione scandalosa, che va avanti praticamente da quando quella struttura è stata inaugurata.

E’ mai possibile che si debba assistere ad uno scempio del genere senza che nessuno prenda provvedimenti?

E’ mai possibile che quella spazzatura venga puntualmente ritirata senza che qualcuno si degni di verificare chi l’ha abbandonata contro ogni regola di buon senso e di civiltà?

E’ concepibile che vi sia, proprio a ridosso di questa discarica quotidiana, un avviso che informa della presenza di una telecamera di sorveglianza?

Che fa questa telecamera? Riprende? Registra? Ha prodotto multe?

O, come molti pensano, è finta, non funzionante o  addirittura inesistente?

Sindaco, non mi deluda: se Lei va fiero dei traguardi raggiunti con la raccolta differenziata, così come ha giustamente detto il 26 ottobre durante la trasmissione Rai “Uno Mattina”, deve anche impegnarsi di più per punire questi disgraziati che sporcano l’immagine di Pozzuoli e di tutte le persone perbene che stanno collaborando con l’Amministrazione per tenere una città più pulita.

Ed identificare e sanzionare quelli che vengono a fare cose del genere proprio sotto casa del Comune, all’ingresso di un’isola ecologica, non dovrebbe essere una cosa impossibile: non crede, signor Sindaco?

*Lettera firmata