HomenewsCaro-trasporti, Figliolia replica a...

Caro-trasporti, Figliolia replica a Giacobbe: “E’ in confusione totale!”

spot_imgspot_img

Ricevo e pubblico*

“Capisco le enormi difficoltà che ha il consigliere regionale e presidente della commissione Trasporti Pasquale Giacobbe a farsi un’idea del disastro in cui sono piombati i trasporti regionali e a comprendere il nuovo salasso economico delle tariffe volute dalla Regione, visto che nelle sue dichiarazioni manifesta una confusione mentale totale – dice Figliolia

(https://www.pozzuoli21.it/giacobbe-cari-puteolani-ringraziate-figliolia-se-il-biglietto-dei-mezzi-pubblici-costa-di-piu/)

E’ la confusione tipica di un politicante in campagna elettorale, alla disperata ricerca di consensi e di una visibilità che gli manca. Non voglio cadere nella provocazione dello scontro, ma mi chiedo dov’era in questi anni il consigliere Giacobbe mentre il servizio di trasporto pubblico locale peggiorava di giorno in giorno, danneggiando migliaia di lavoratori e studenti?

Le parole di Giacobbe sono sbugiardate dai fatti: dal mio insediamento ho partecipato a decine di riunioni in Regione e scritto decine di lettere protocollate per interloquire con l’assessorato regionale sui vari temi dei trasporti, del porto, del Mercato ittico e delle navi da crociera. Ma ho sempre trovato interlocutori chiusi al dialogo, arroganti e non rispettosi delle comunità locali, al punto da costringermi ad inviare una riservata personale al governatore Caldoro.

La verità è che Giacobbe e il suo assessore Vetrella vogliono mettere le mani sull’area portuale, sul mercato ittico di Pozzuoli e sulle aree marittime dinanzi all’ex Sofer, dopo aver devastato il sistema del trasporto pubblico locale.

Giacobbe ha scritto inoltre che continua a fare il sindaco: immagino l’ilarità dei cittadini, abituati dal 2008 al fantasma menzognero che ha usato gli abiti da sindaco per sedere su una sedia meglio retribuita e lontano dalla sua città, ricordandosi di essa solo a quattro mesi dalle elezioni regionali.

A noi non interessano le sterili polemiche per prendersi qualche riga di visibilità, ma tutelare concretamente gli interessi di tutti i cittadini.

Siamo per gli atti concreti, a cominciare dal ricorso al Tar che è l’unico strumento legale per cancellare il Tic.

Abbiamo avuto l’appoggio di associazioni, amministrazioni locali e migliaia di liberi cittadini in questa nostra battaglia di civiltà giuridica.

Giacobbe, se tiene veramente e non strumentalmente alle sorti dei cittadini flegrei, venga a firmare il ricorso contro il “suo” assessore ai Trasporti, come ha fatto anche il “suo” compagno di partito Ermanno Schiano.

Tutto il resto sono chiacchiere da bar dello sport”.

*Ufficio Stampa del Comune di Pozzuoli

(nella foto-copertina, da sinistra: il sindaco puteolano Enzo Figliolia e il consigliere regionale Pasquale Giacobbe)

 

spot_img
spot_img

Ultimi articoli pubblicati