Il 31 dicembre di cinque anni fa vi furono installati dei bagni chimici in occasione del veglione in piazza e soltanto l’ira del parroco convinse il Comune a spostarli nel giro di poche ore.

Adesso invece all’esterno di uno degli ingressi della chiesa di Santa Maria delle Grazie (riaperta al culto da appena tre settimane dopo lunghi e costosi lavori di restauro) si è pensato bene di ricavare una zona di parcheggio per una vaschetta utilizzata dalla De Vizia per svuotare i cestini dei rifiuti nel centro storico.

Si aspetta anche qui il “cazziatone” di don Tonino Russo per convincere chi di dovere che quel luogo non è certamente il più adatto per “soste prolungate” del genere?

Siamo certi che al sindaco Figliolia, così prodigo di belle parole in occasione della restituzione ai fedeli di questa storica parrocchia, non passerà inosservata questa immagine e provvederà a “richiamare” chi di dovere affinché si trovi una sistemazione logistica alternativa…