HomeAttualità“Chi ha paura della...
spot_imgspot_img
spot_img

“Chi ha paura della democrazia al Comune di Pozzuoli?”

Ricevo e pubblico*

A più di 20 giorni dalla consegna ufficiale dei quesiti referendari proposti da un gruppo di cittadini, associazioni, movimenti, forze politiche, il Comune di Pozzuoli, nella veste del Segretario Comunale, è inadempiente.

Nonostante l’obbligo che impone il regolamento comunale (Delibera n.40/1998), i quesiti non sono ancora stati pubblicati all’Albo Pretorio e ciò rende impossibile iniziare la raccolta firme con i cittadini e le cittadine.

Ricordiamo che si tratta di temi cruciali per il futuro della città come la percentuale di spiagge libere sulla linea di costa di pertinenza comunale, la destinazione d’uso di un bene comune come il Convitto Monachelle e la mobilità cittadina.

CLICCA QUI PER LEGGERE IL PRIMO QUESITO REFERENDARIO PROPOSTO

CLICCA QUI PER LEGGERE IL SECONDO QUESITO REFERENDARIO PROPOSTO

CLICCA QUI PER LEGGERE IL TERZO QUESITO REFERENDARIO

Si tratta di avversità? Di ostruzionismo? Di pressappochismo? Di boicottaggio?

Quale che sia il motivo, non ci interessa più di tanto. Noi chiediamo solo il rispetto delle più elementari regole democratiche, dei principi di cittadinanza e partecipazione sanciti dalla Costituzione.

Intendiamo dunque rendere pubbliche le difficoltà che stanno incontrando i cittadini che vogliono partecipare al dibattito democratico su temi di grande rilevanza per la città.

Dopo aver atteso invano per oltre venti giorni l’avvio delle procedure referendarie previste da parte dell’amministrazione comunale, se non verrà data alcuna giustificazione formale alle inadempienze, al più presto faremo valere le nostre ragioni, utilizzando tutti gli strumenti (nessuno escluso) che la democrazia ci consente.

*Gennaro Ferrillo

spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli pubblicati