Scoppia la bufera nei rapporti tra sindacati del commercio e Amministrazione Comunale.

A gettare benzina sul fuoco è stato un post pubblicato su Facebook martedì dall’avvocato civilista Dario Chiocca, presidente dell’Osservatorio istituito dal Municipio (e insediatosi nove mesi fa) per il “contrasto e l’emersione del lavoro non regolare”.

I manifesti affissi lunedì dai negozianti del centro storico
I manifesti affissi lunedì dai negozianti del centro storico

Chiocca, a proposito dei manifesti di protesta affissi dai negozianti il giorno prima in quasi tutte le attività del centro storico, ha infatti scritto: “bravi ad esporre cartelli per invocare interventi miracolosi del Sindaco, con la speranza di far arrivare i clienti con l’auto fin dentro i propri negozi; un po’ meno ad avere i propri dipendenti in regola con contratti di lavoro dignitosi. La lista dei commercianti da evitare nel Centro Storico di Pozzuoli ora è un po’ più precisa”.

Il post di Chiocca che ha fatto infuriare i sindacati
Il post di Chiocca che ha fatto infuriare i sindacati

Apriti cielo! Ne è nata subito una discussione molto accesa sulla piattaforma “virtuale” tra lo stesso Chiocca (appoggiato con un “mi piace” anche dal segretario cittadino del Pd, Mariano Amirante…) ed alcuni rappresentanti sindacali di categoria.

Ma le organizzazioni di categoria non hanno lasciato, come si suol dire, “cadere la cosa”.

E, con una lettera firmata mercoledì ma protocollata stamattina in Municipio, hanno chiesto ufficialmente al sindaco Enzo Figliolia di rimuovere Chiocca dalla carica di presidente di questo Osservatorio comunale.

La lettera protocollata stamattina dai sei sindacati a Figliolia
La lettera protocollata stamattina dai sei sindacati a Figliolia
L'avvocato Dario Chiocca
L’avvocato Dario Chiocca

Nella missiva (firmata da Enzo Addati per l’Ascom, Antonio Lavagna per Casartigiani, Gianluigi Valente per Confartigianato, Lello Buono per Confesercenti, Daniele Lattero per Conimprenditori ed Aldo Marcellini per Unimpresa) si sottolinea (…) l’increscioso accadimento che rischia di danneggiare i rapporti sindacali con codesto Ente e che mina l’integrità e l’immagine degli operatori commerciali locali. (…) Alla luce dei commenti gravi e lesivi, espressi il giorno 23 marzo 2016, dal signor Dario Chiocca sulle pagine del social network Facebook, si ritiene, vista la sua posizione preconcetta, che egli non possa continuare a ricoprire con equilibrio e saggezza il ruolo di Presidente dell’Osservatorio per il Contrasto e L’Emersione del Lavoro non Regolare, organo voluto e deliberato dal Consiglio Comunale di questa città. Le prese di posizione, incomprensibili ed irresponsabili, le insinuazioni, le liste discriminatorie e le proposte avanzate ed esposte su Fb, rendono molto difficile riconoscere nel signor Dario Chiocca quell’obiettività indispensabile per chiunque sia chiamato a ricoprire ruoli così delicati. Affermare che i commercianti sono bravi ad esporre i cartelli ma non ad avere i dipendenti in regola con contratti di lavoro dignitosi, è un’accusa che istiga all’odio (…) inaccettabile, generica, discriminante, lesiva nei confronti di un’intera categoria. Per tali ragioni, le scriventi Associazioni Sindacali di Categoria, portatrici degli interessi degli operatori del settore commercio, chiedono di sollevare il signor Dario Chiocca dal ruolo di Presidente dell’Osservatorio per il Contrasto e l’Emersione del Lavoro non Regolare”.

Secondo indiscrezioni, i sindacati firmatari di questo documento sarebbero pronti perfino ad adire le vie legali nei confronti dell’avvocato Chiocca.

Staremo a vedere cosa accadrà.

Il sindaco Enzo Figliolia
Il sindaco Enzo Figliolia

Soprattutto come risponderà il sindaco Figliolia a questa durissima lettera, che gli pone un problema politico non da poco, visto che Dario Chiocca è uno dei professionisti a lui più vicini.

Come dimostra il ruolo, affidato a Chiocca, di coordinatore politico-programmatico della campagna elettorale di Elio Buono alle Regionali dello scorso anno e le voci che con sempre maggiore insistenza danno lo stesso Chiocca come sicuro capolista di una civica a sostegno di Figliolia per le elezioni comunali del prossimo anno.