Da stamattina, dopo una settimana di disagi e code chilometriche, entra in vigore un nuovo piano di viabilità per consentire, entro il 15 aprile, l’effettuazione dei lavori di ripavimentazione di via Artiaco.

Strada che si potrà continuare a percorrere soltanto in discesa (in direzione piazza Capomazza) ma con la novità della riapertura a doppio senso di via Fascione e della chiusura dello svincolo della tangenziale di via Campana.

A comunicarlo era stato il portavoce del sindaco Figliolia nel tardo pomeriggio di venerdì, annunciando la decisione come un provvedimento partorito dall’Amministrazione Comunale.

Le cose invece non starebbero esattamente così.

A chiarirlo è il contenuto di un messaggio whatsapp che il consigliere comunale Gennaro Pastore (eletto nella coalizione di maggioranza con la lista civica “Uniti per Pozzuoli”) ha inviato ad un nutrito gruppo di suoi elettori oltre quattro ore dopo la divulgazione ufficiale del nuovo dispositivo di circolazione.

“Ciò che ho scritto in quel messaggio è la pura e semplice verità – commenta PastoreFin dal primo momento, io ed altri colleghi di maggioranza, avevamo implorato il Sindaco di evitare il caos mantenendo la decisione iniziale di far percorrere via Artiaco a senso unico solo in salita verso via Campana e di tenere aperta a doppio senso via Fascione, ma lui ci ha detto che l’ordinanza era già stata firmata tenendo conto delle richieste dei commercianti del luogo e  che per via Fascione non si poteva fare diversamente  senza aver prima concordato la chiusura dello svincolo della Tangenziale con i vertici della societàche gestisce quel tratto di strada”.

Il consigliere Gennaro Pastore (foto gino conte)

“A Figliolia dicemmo che avremmo considerato quel piano soltanto una sperimentazione per sette giorni –prosegue il consigliere- e così è stato, perché immediatamente si è verificato ciò che avevamo temuto e, continuamente sollecitati da moltissimi cittadini inferociti per la situazione di caos che si era venuta a creare, abbiamo martellato ogni giorno il Sindaco sulla necessità di consentire almeno il transito su via Fascione in entrambi i sensi di marcia. Figliolia era perplesso ma alla fine si è convinto sulla bontà della nostra idea e, dopo aver fatto tutti i dovuti passaggi burocratici, l’ha messa in pratica…”.

Dato a Pastore & company quello che non era evidentemente farina del sacco del Sindaco, non resta che aspettare la prova del “campo” per capire se in gioco ci sono meriti o demeriti…

Commenti