Ricevo e pubblico*

“Abbiamo già preparato un dossier su quanto accaduto all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli e presto lo consegneremo in Procura affinché si accertino le responsabilità di quanto accaduto”.

Dopo la chiusura di tutto il reparto di Medicina per contagio da Covid 19, Giampiero Tipaldi e Luigi D’Emilio, rispettivamente segretario Cisl Ust Napoli e segretario Cisl Fp area metropolitana, chiedono chiarezza sull’accaduto.

Nelle scorse ore il reparto di medicina sarebbe stato chiuso d’urgenza a seguito di un focolaio esploso in ospedale a quanto pare dopo il ricovero di una donna con sintomi febbrili. Dopo i controlli sono risultati positivi al Coronavirus cinque persone, infermieri e Oss.

“Non è possibile che l’Asl non abbia comunicato alle autorità competenti territoriali quanto stesse accadendo in ospedale a tutela della cittadinanza e per eventuali interventi di prevenzione per il contenimento della diffusione del contagio – spiegano i segretari Tipaldi e D’Emilio – non solo presenteremo un esposto in Procura ma consegneremo lo stesso dossier anche al presidente De Luca chiedendo in caso di accertate responsabilità la rimozione dei dirigenti responsabili dell’Asl Napoli 2 con la nomina di un commissario”.

“La Cisl è al fianco dei lavoratori e dei cittadini e ai loro rappresentati istituzionali – concludono Tipaldi e D’Emilio – ognuno deve fare fino in fondo la propria parte in tutte le sedi. È inaccettabile che si contagi un intero ospedale e non vengano avvisate le massime autorità sanitaria sul territorio”.

E proprio sul rischio contagio delle strutture sanitarie la Cisl Fp aveva lanciato l’allarme chiedendo dei percorsi a parte in tutti gli ospedali affinché si proteggesse personale e reparti.

*comunicato stampa della Cisl Funzione Pubblica Area Metropolitana di Napoli