venerdì, Luglio 19, 2024
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Contratto PA, Aran: aumento medio 160 euro al mese e più smartwork

Naddeo: incontro proficuo, ma resta nodo risorse per i sindacati

Roma, 10 lug. (askanews) – È terminato nel primo pomeriggio all’Aran l’incontro con i sindacati sul rinnovo del Ccnl delle Funzioni centrali per il triennio 2022-24. Il prossimo è fissato per il 23 luglio. “Abbiamo innanzitutto presentato le risorse finanziarie disponibili e i dettagli del contratto, per cui è previsto un incremento medio del 5,78%, corrispondente a 160 euro al mese per 13 mensilità” spiega il presidente dell’Agenzia, Antonio Naddeo, secondo quanto riporta un comunicato.

“È bene sottolineare che si tratta di un aumento medio, per cui, alcune categorie come i funzionari potranno ricevere un incremento superiore a 170 euro. Riguardo poi al tema degli anticipi erogati nel dicembre scorso, abbiamo specificato ai sindacati che questi non limitano la possibilità di negoziare una diversa allocazione. In sostanza – chiarisce Naddeo – gli anticipi sostituiscono gli arretrati dei contratti precedenti, dato che siamo ancora nell’ultimo anno di decorrenza del contratto 2022-24. Sono state poi illustrate alcune proposte normative legate al rinnovo, in particolare relative allo smartworking”.

“La discussione è stata produttiva e focalizzata sui contenuti, anche se alcune sigle sindacali hanno sollevato la questione delle risorse finanziarie, per le quali occorre aspettare – ricorda il presidente Aran – la prossima legge di bilancio, facendo così slittare la sottoscrizione di questo contratto al 2025”. (fonte immagine: Aran).

spot_img

Latest Posts

spot_img
spot_img
spot_img

ALTRI ARTICOLI

ARTICOLI PIU' LETTI