Solo un miracolo ha evitato la tragedia ieri pomeriggio nelle acque antistanti l’isolotto di San Martino, dove un carabiniere di Pozzuoli è rimasto seriamente ferito dopo essere stato investito in pieno da un gommone. I

l militare (C.F., 58enne, maresciallo in servizio presso il Tribunale di Napoli) aveva appena fermato la barca su cui stava tornando da una gita in mare insieme alla moglie e ad una coppia di amici e, come suo solito, era entrato in acqua per verificare il corretto ancoraggio, quando, ad un tratto, per cause ancora in corso di accertamento, il suo corpo è stato urtato da un altro natante, con quattro persone a bordo.

Immediati i soccorsi da parte degli occupanti di entrambe le imbarcazioni e di coloro che stavano partecipando ad un Boat Party a poca distanza.

C.F. è stato condotto sulla terraferma più vicina per l’attracco (il pontile di Torregaveta) e di qui condotto all’ospedale Santa Maria delle Grazie di La Schiana: nell’impatto ha riportato la perforazione della pleura, la rottura di tre costole e la lesione di altre due.

Secondo i medici, se la caverà, anche se i tempi per completa guarigione si prospettano abbastanza lunghi.

Sull’incidente indaga la Capitaneria di Porto di Baia.

Commenti