Il premier Conte, con una conferenza stampa televisiva, ha appena annunciato le novità comprese nel DPCM che sarà pubblicato nelle prossime ore per combattere la ripresa del contagio da Covid.

Ecco cosa è stato stabilito:

  • I  Sindaci dopo le 21 potranno chiudere vie e piazze dove si creano maggiori  assembramenti consentendo l’accesso solo a chi deve raggiungere esercizi commerciali regolarmente abilitati all’apertura e le abitazioni private.
  • Tutte le attività di ristorazione con consumo ai tavoli potranno essere aperte dalle 5 alle 24, quelle senza somministrazione ai tavoli dovranno chiudere alle 18: le consegne a domicilio restano senza vincolo di orario,  mentre l’attività di asporto dovrà terminare mezzanotte.
  • In ogni ristorante non potranno sedersi più di sei persone per ogni tavolo.
  • Nessuna limitazione per i servizi di ristorazione in ospedali, aeroporti e autostrade.
  • Le sale da gioco e le sale scommesse saranno aperte fino alle 21.
  • Le attività scolastiche continueranno in presenza: per le sole scuole secondarie superiori e le università si potranno adottare modalità didattiche più flessibili, con ingresso posticipato alle 9 e istituzione di turni pomeridiani.
  • Resta vietato lo sport da contatto a livello amatoriale, sono sospese le competizioni dilettantistiche mentre resta consentita l’attività sportiva a livello individuale e quella professionistica. 
  • No alle sagre e alle fiere locali, convegni e congressi consentiti solo a distanza. 
  • Incremento dello smart working per i dipendenti della pubblica amministrazione e, per quanto possibile, adozione della modalità a distanza per ogni riunione.
  • Una settimana di tempo per adeguare palestre e piscine ai protocolli di sicurezza e verificarne il rispetto, altrimenti verranno chiuse.