Giornata più infernale del previsto, quella di oggi, per il trasporto pubblico cittadino. Ai quotidiani disagi a cui ormai siamo abituati nel servizio ferroviario di Cumana e Metropolitana, si è aggiunto infatti lo sciopero improvviso del personale della Ctp.

Come si legge in un avviso pubblicato sul sito ufficiale della Compagnia Trasporti Pubblici, si tratta di una “agitazione spontanea” di tutti i dipendenti per il “ritardato pagamento dello stipendio di agosto”.

http://www.ctp.na.it/dettaglinews.asp?ID=694

Nella nota, si sottolineano “anomalie non prevedibili” al servizio sulle tratte servite dai depositi di Arzano, Teverola e Pozzuoli.

Praticamente, tutte le corse sono a rischio (se non addirittura cancellate) fino a quando non saranno pagate le spettanze ai lavoratori.

Le attese alle fermate stanno già raggiungendo tempi record, molti pendolari sono inferociti (e il caldo col sole cocente non aiutano certo a mantenere la pazienza…) e ogni commento sarebbe ormai superfluo nei confronti di situazioni sempre più assurde, alle quali, purtroppo, si assiste con così grande frequenza soltanto in Campania.

L’auspicio è che le istituzioni (a partire dalla “dismessa” Provincia, che dal 2008 è unico proprietario della Ctp) intervengano immediatamente per trovare una soluzione al problema.

Garantendo le legittime aspettative dei lavoratori della compagnia e il diritto dei cittadini ad usufruire di quel minimo di mobilità che questi autobus sono comunque in grado di garantirci ogni giorno.

(la foto grande in alto è di Nando Panico)