C’è un giovane quartese tra i 12 convocati della favoritissima Nazionale Italiana di Nuoto per i campionati mondiali paralimpici di Londra, in programma dal 9 al 15 settembre prossimi.

Salvatore Urso col suo allenatore Luca Del Giudice

E’ Salvatore Urso  (20 anni da compiere il 24 del mese venturo), atleta tesserato con la Noived Napoli e con la Dhea Sport, sodalizio puteolano con cui, grazie al suo istruttore Luca Del Giudice, si allena quasi tutti i giorni alla piscina comunale di Lucrino.

Salvatore (affetto da microftalmo congenito, una patologia ereditaria che colpisce gli occhi) è un atleta prodigio da quando aveva appena 8 anni.

Appassionato di calcio, tennis, basket, pallavolo, a stregarlo è stata una vasca, quella da cui praticamente non è mai più uscito e dove pratica anche palestra ed esercizi a corpo libero.

Nel 2017, agli Europei giovanili di Genova, ha vinto sei medaglie (tre ori nei 400 stile libero, 100 stile libero e 100 farfalla, più tre argenti nei 100 dorso, 100 rana e 200 misti, siglando il suo record personale in tutte le competizioni, oltre a tre record italiani assoluti e due di categoria).

L’anno scorso invece ha partecipato agli Europei assoluti di Dublino conquistando salendo per tre volte sul podio, con un argento nei 400 stile libero e due bronzi in altre specialità.

La convocazione per i Mondiali londinesi è arrivata dopo gli straordinari tempi che Salvatore ha fatto registrare quest’anno, non ultimo il risultato ottenuto al recente e prestigioso trofeo Sette Colli di Roma.

A lui e alla squadra azzurra va il nostro più caloroso in bocca al lupo!

Commenti