Abbandona il Movimento Cinque Stelle e passa nel gruppo misto: è la decisione presa da Paola Nugnes, senatrice residente a Pozzuoli, al secondo mandato consecutivo con i “grillini”.

Il 56enne architetto prestato alla politica ha ufficializzato e spiegato la sua scelta con una intervista a Il Manifesto (CLICCA QUI PER LEGGERLA).

Paola Nugnes e Roberto Fico (foto Ansa)

E non appare affatto casuale che la Nugnes abbia voluto dare la primogenitura della notizia al “quotidiano comunista”, viste le posizioni di sinistra assunte dalla stessa senatrice, in aperta sintonia politica col presidente della Camera, Roberto Fico (non sembra nemmeno una coincidenza che Il Manifesto li ritragga insieme nella foto di copertina di questa intervista).

Lo strappo tra la senatrice e il Movimento si stava consumando da alcuni mesi: prima la famigerata “maglietta rossa” pro migranti del luglio scorso, poi la mancata partecipazione al voto sul decreto sicurezza voluto da Salvini, infine i suoi emendamenti “sgraditi” al decreto sblocca cantieri e la richiesta di defenestrare Di Maio da capo politico del M5S dopo il tonfo alle Europee.

Antonio Caso e Domenico Critelli

Chissà cosa ne penseranno a Pozzuoli attivisti e consiglieri dei Cinque Stelle, che con la Nugnes hanno avuto una dialettica sempre molto vivace, spesso conflittuale, a volte anche di scontro aperto, come accadde nel periodo in cui si selezionavano le candidature per il Parlamento.

Andrea Caso e Silvana Giannuzzi

E chissà quale sarà la reazione degli altri due parlamentari neoeletti grazie anche ai puteolani (il deputato Andrea Caso e la senatrice Silvana Giannuzzi), visto che la Nugnes ha parlato di “fortissima sofferenza per i parlamentari entrati per la prima volta in questa legislatura”.

Commenti