Il governatore De Luca col manager asl D'Amore

Si è tenuta oggi alle ore 12 la visita del Presidente Vincenzo De Luca all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli.

Nel corso dell’incontro il Direttore Generale Antonio d’Amore ha accompagnato il Presidente nei reparti di Cardiologia – UTIC, di Terapia Intensiva e di Medicina d’Urgenza, illustrando le nuove strutture e i nuovi servizi attivati.

Presso il reparto di Cardiologia – centro Hub nella rete regionale per la gestione dell’infarto acuto – il Primario Gerolamo Sibilio ha descritto la nuova sala sterile destinata all’impianto di apparecchi di elettrofisiologia e al trattamento delle aritmologie.

Questa nuova struttura – in funzione da qualche settimana – permetterà ai cardiologi di effettuare ablazioni, di impiantare pacemaker e defibrillatori senza dover occupare le sale operatorie destinate agli interventi chirurgici.

Il reparto di Terapia Intensiva diretto dal primario Francesco Diurno è stato completamente rinnovato, permettendo la realizzazione di una sala sterile per l’effettuazione in ambiente protetto di interventi di trachiostomia, posizionamenti di peg e accessi venosi centrali.

Anche in questo caso, la realizzazione di tale struttura permette ai sanitari di non dover utilizzare le sale operatorie dedicate agli interventi di maggiore complessità.

Il reparto di Medicina d’urgenza è stato realizzato completamente ex novo, è dotato di sette posti letto, di cui uno destinato ai pazienti obesi (il letto può ospitare pesi fino a 450 kg).

La Medicina d’Urgenza è un reparto complementare al Pronto Soccorso del Santa Maria delle Grazie – guidato dal primario Fabio Numis – e permetterà, una volta in attività, di gestire e monitorare per un periodo breve i pazienti complessi che, altrimenti, dovrebbero essere ospitati presso la Rianimazione.

La Medicina d’Urgenza sarà attivata non appena si completerà la dotazione del personale del reparto, prevista nelle prossime settimane.

Nel corso della visita è stato mostrato un video che illustra il funzionamento del nuovo robot operatorio Da Vinci xi, la tecnologia di questo tipo più avanzata al mondo.

Il robot, consegnato lo scorso giugno a Pozzuoli, è già stato utilizzato dalle equipe di urologia e chirurgia per effettuare dodici interventi.

Al momento in Campania solo il Pascale, il Cardarelli ed il Monaldi sono dotati di Robot operatori.

(fonte: comunicato stampa Asl Napoli 2 Nord)

 

Commenti