sabato, Marzo 2, 2024
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Delibera “ignorante”: la giunta Figliolia “scivola” su un…Vespasiano!

Pozzuoli  ricca di storia e culla della civiltà antica ma anche piena di amministratori che non sanno nemmeno come si chiama una strada della loro città né a chi è intitolata, scambiando addirittura il nome di un console con quello di un imperatore.

Il fatto è curioso e nasce dalla (costernata) segnalazione, attraverso Facebook, di un dipendente comunale, Tommaso De Falco.

Il quale ci informa che la Giunta Figliolia, nel corpo della delibera numero 154 approvata il 18 novembre scorso, ha confuso “Vipsanio” con “Vespasiano” per descrivere una strada di Toiano (via Marco Vipsanio Agrippa) dove una villetta sarà sottoposta a lavori di riqualificazione.

La gravità dello strafalcione ci è spiegata con dovizia di particolari (e gentilmente omettendo il ruolo primario che  Vespasiano ebbe nella creazione delle latrine pubbliche a pagamento…) dallo stesso lavoratore del Municipio, che, sull’argomento, ha pubblicato, sul social, ben due post in meno di 48 ore.

Dall’episodio si evince o la scarsa attenzione prestata dagli organi tecnici, politici e amministrativi comunali a ciò che essi stessi firmano, oppure un livello culturale tale da provocare svarioni del genere.

Il console Marco Vipsanio Agrippa
Il console Marco Vipsanio Agrippa

Per la cronaca, nelle dieci pagine (su 13) della delibera in cui viene indicata la strada “incriminata”, il nome esatto della via (“Marco Vipsanio Agrippa”) è storpiato 13 volte su 13, con quattro citazioni che contengono addirittura  due errori su tre parole (“Mario Vespasiano Agrippa”)   mentre, nelle restanti nove citazioni, ci si limita a sostituire “Vipsanio” con “Vespasiano”, creando un secondo personaggio mai esistito, ossia “Marco Vespasiano Agrippa”.

LA DELIBERA “IGNORANTE”

Si consiglia di rinfrescare la concentrazione (o le reminiscenze scolastiche) a chi ha messo la firma su questi strafalcioni: il sindaco Enzo Figliolia, il vicesindaco Franco Cammino, gli assessori Lydia De Simone, Luisa De Simone, Alfonso Artiaco e Paolo Ismeno, il vice segretario generale Mino Cossiga, i dirigenti Agostino Di Lorenzo e Daniela Caianiello, il ragionier Domenico Caravano, il progettista Vincenzo Siciliano e il geometra Giorgio Schiano.

spot_img

Latest Posts

spot_img
spot_img
spot_img

ALTRI ARTICOLI

ARTICOLI PIU' LETTI