Ricevo e pubblico*

“Da alcune settimane, oltre ventimila famiglie di Pozzuoli hanno ricevuto atti stragiudiziali di invito, diffida e messa in mora per consumi idrici che il Comune di Pozzuoli ritiene siano dovuti. E’ l’ennesima dimostrazione di incapacità gestionale in materia di riscossione e di insensibilità da parte dell’Amministrazione Figliolia”.

Il consigliere regionale Pasquale Giacobbe
Il consigliere regionale Pasquale Giacobbe

A dirlo è il consigliere regionale Pasquale Giacobbe (ricandidato nelle liste di Forza Italia) che contesta nel merito e nel metodo l’azione messa in campo dal Municipio per il recupero di queste contestate morosità.

“E’ disumano terrorizzare i cittadini e le aziende con minacce di distacco della fornitura – dice Giacobbesoprattutto quando ci si rivolge a chi è in grosse difficoltà economiche e avrebbe problemi anche ad onorare le scadenze di un’eventuale rateizzazione del debito.

Per giunta, mi risulta che molti di questi atti sarebbero viziati da calcoli delle eccedenze effettuati in modo sbagliato, dalla intervenuta prescrizione delle somme richieste e dagli errati destinatari di tali eventuali morosità, che devono essere sempre i titolari delle forniture e non i reali fruitori, specie in casi di situazioni debitorie verificatesi in epoche antecedenti a volture di contratto. Invito, pertanto, tutti coloro che hanno ricevuto questi atti, a controllare con estrema attenzione la veridicità degli importi richiesti e, se il caso lo richiede, a diffidare legalmente il Comune dal richiedere tali somme”.

*Ufficio Stampa consigliere regionale Pasquale Giacobbe