Tre giorni fa, abbiamo sottolineato la pericolosità di uno specchio parabolico coperto dalla vegetazione incolta in via Vecchia Luciano.

Un articoletto che ha scatenato una gara spontanea tra i nostri lettori a chi scoprisse il segnale stradale più assurdo.

Il premio “occhio di lince” va a chi ci ha segnalato due cartelli davvero curiosi.

Uno è da risate a crepapelle e si trova in via Virgilio: un divieto di sosta con rimozione h24 posizionato in modo che, a norma di codice stradale, l’inibizione a parcheggiare cominci dal bel mezzo della strada (!) e prosegua nella facciata del palazzo!.

L’altro è in via Tranvai, dove sul lato destro è proibita la medesima operazione, solo che il cartello è quasi completamente oscurato dalla chioma fluente di un alberello che nessuno provvede a sfoltire.

Al senso di tristezza e rassegnazione che ci assale, c’è da aggiungere solo l’auspicio che nel più breve tempo possibile si provveda ad eliminare entrambe le scempiaggini…

Commenti