Giuseppe Causa e Michele Testa, i due puteolani nazionali di Kickboxing

Dopo quella cinematografica con Ludovica Nasti e Maria Di Razza,  arriva ancora una prestigiosa vetrina internazionale per Pozzuoli, stavolta nello sport, e per merito di due giovanissimi atleti che, dal 15 al 23 settembre, difenderanno i colori dell’Italia nel campionato mondiale di kickboxing, in programma a Jesolo, in provincia di Venezia.

Si tratta di due studenti del “Pitagora” di Toiano, il 16enne Giuseppe Causa (di Monterusciello) ed il 17enne Michele Testa (di Licola Mare), entrambi tesserati con la palestra “Popeye” di Franco Cacciapuoti.

Giuseppe e Michele (allenati dai maestri Nicola Varchetta – alla “Popeye”e Gianni Di Bernardo – alla “WT” di Fuorigrotta) faranno infatti parte della rosa di circa 130 atleti (cinque campani) che rappresenta la Nazionale in questa prestigiosa competizione, nelle categorie “Cadets” e “Juniors”, per la specialità in cui eccellono, il “tatami”, ossia il “contatto leggero”.

A loro i nostri migliori auguri per le gare che disputeranno a Jesolo e per la futura carriera.

La locandina ufficiale della competizione mondiale in programma a Jesolo

Con la speranza che anche le istituzioni locali si accorgano del loro talento e dei non trascurabili sacrifici economici che le famiglie di tanti atleti, specie quelli provenienti dai quartieri popolari, devono affrontare  quando, come in questi casi, bisogna spostarsi  a centinaia di chilometri da casa, tutto a proprie spese.