Ricevo e pubblico*

“Per questo io non voglio mai venire a Pozzuoli”. Queste sono le parole espresse stamattina da un capofamiglia, in compagnia della moglie, dei figlioletti e di altri amici in via Gerolomini,  precisamente nell’area distribuita a parcheggio con strisce blu.

In quel momento, sopraggiungevo unitamente alla mia famiglia, in quanto dovevo recarmi presso la chiesa del “Sacro Cuore di Gesù”, sita proprio sul lungomare di via Napoli. Arrivato al parcheggio suddetto, mi sono recato presso il parchimetro, onde estrarre l’apposito biglietto, ma tale parchimetro non era funzionante.

Il parcheggio a strisce blu di via Gerolomini
Il parcheggio a strisce blu di via Gerolomini

In quel momento, la persona che era già lì insieme alla famiglia ed altri amici, ha pronunciato la suddetta frase: “Per questo io non voglio venire mai a Pozzuoli; il parchimetro non funziona, il tabaccaio non ha i biglietti appositi e l’edicola è chiusa. La prossima volta andremo altrove”.

A quel punto sia io che il signore, abbiamo apposto, sui parabrezza delle rispettive auto, un bigliettino con l’indicazione dell’orario d’arrivo al parcheggio e la motivazione del perché non fosse esposto il grattino a pagamento.

I BIGLIETTINI DI “GIUSTIFICAZIONE” LASCIATI SUL PARABREZZA DA ALCUNI AUTOMOBILISTI IMPOSSIBILITATI AD ACQUISTARE IL GRATTINO

Mel mentre mi recavo in chiesa con la mia famiglia, ho visto una pattuglia dei vigili urbani ferma all’incrocio con la zona a traffico limitato, ed ho esposto la situazione, segnalando il mancato funzionamento del parchimetro, ma i signori vigili hanno risposto che già erano al corrente del suddetto mancato funzionamento dell’apparecchio e che abbiamo fatto bene ad apporre il bigliettino.

Il vano tentativo di acquistare un grattino dal parcometro di via Gerolomini
Il vano tentativo di acquistare un grattino dal parcometro di via Gerolomini

Tuttavia, le parole pronunciate da quel signore stamattina mi hanno turbato profondamente, perchè credo che non sia accettabile che una città come Pozzuoli, che dovrebbe attrarre turisti e garantire loro la massima efficienza dei servizi,  costringe quotidianamente questi stessi turisti a scegliere altre mete.

Inoltre, è anche il caso sottolineare che la manutenzione dei suddetti apparecchi grava sulla nostra amministrazione e quindi sulle tasche di noi cittadini.

Una moneta bloccata nel parcometro di via Gerolomini
Una moneta bloccata nel parcometro di via Gerolomini

L’episodio da me narrato può sembrare banale, ma il danno che ne deriva non lo è affatto.

In primo luogo fa male sentir parlare in termini tanto negativi della propria città, per chi come me la ama e la rispetta; in secondo luogo, come ho detto, la manutenzione di questi apparecchi è una spesa per noi cittadini, ma a tale spesa non corrisponde un servizio adeguato, con conseguente danno per le casse comunali e favoreggiamento dei parcheggiatori abusivi.

*Salvatore Monaco

Commenti