Ricevo e pubblico*

L’Ente Parco Regionale dei Campi Flegrei è da due anni  senza organi di governo.  I fatti.  Nel 2010, con l’insediamento del Governatore Caldoro, i parchi furono commissariati. Nei Campi Flegrei arrivò il dottor Diego Giuliani. Nel 2012 fu sostituito dalla dottoressa Celeste Taranto, che, per una vicenda giudiziaria, fu sospesa dalle funzioni.

Nel marzo 2013 fu dimostrata la sua totale estraneità, ma non fu revocato il provvedimento di  sospensione e ad oggi non esiste nè un Commissario  nè un responsabile amministrativo, ma solamente un funzionario senza alcun potere.

 La Regione Campania, pertanto, ha la grave responsabilità di non far funzionare  un Ente che, ad oggi, è nella totale impossibilità  di  assumere iniziative previste dallo Statuto e  di   presentare progetti per accedere a  finanziamenti.

Sarebbe interessante sapere se i Sindaci di questa zona in questo periodo  hanno assunto iniziative,anche attraverso il coinvolgimento delle rappresentanze sociali .

L’Osservatorio per la Tutela dell’Ambiente e della Salute, impegnato da tempo sulle problematiche ambientali, ha inviato fax ed email senza ricevere alcun riscontro.

A seguito di telefonate  alla segreteria del Governatore Caldoro e dell’Assessore all’Ambiente Romano,  solamente stamattina, dopo diversi  tentativi, è stato possibile stabilire un contatto con un Dirigente della Regione, l’architetto Gentili, che, però, è in attesa di formale conferimento di poteri.

Senza una svolta in tempi brevi, l’Osservatorio si riserva di chiedere l’intervento della Magistratura ordinaria e contabile.

  *Ciro Di Francia  (presidente Osservatorio Tutela Ambiente e Salute)