E’ perfettamente riuscita la mattinata dedicata alla prevenzione dell’epatite C, svoltasi sabato mattina al Centro per la Vita “Don Luigi Saccone” (all’interno della sede della Diocesi), dove sono state eseguite 41 ecografie e 54 test salivari.

Sette i pazienti risultati “positivi” al virus ed avviati ad un percorso terapeutico presso l’ospedale.

Tutto grazie ai volontari dell’associazione EpaC onlus (guidati nell’occasione dal professor Filippo Bove e dall’epatologa Maria D’Antò e dalla gastroenterologa  Maria Cristina Mascolo, con la preziosa assistenza organizzativa del signor Francesco Cerciello) impegnati costantemente nella lotta contro questa malattia asintomatica che colpisce più di 30.000 persone in Campania e che oggi può essere curata prima che degeneri in cirrosi e nel tumore del fegato.

Da sinistra a destra: Giuseppe Coppola (Croce Rossa Pozzuoli), Maria Cristina Mascolo (gastroenterologa presso l’Asl Napoli 3 Sud), Maria D’Antò (epatologa presso l’ospedale “Santa Maria Delle Grazie” di Pozzuoli) e Don Gaetano Iaia (direttore della Fondazione “Centro Per La Vita” di Pozzuoli).

Commenti