HomenewsESCLUSIVO/ Parla Francesco, il...
spot_imgspot_img
spot_img

ESCLUSIVO/ Parla Francesco, il giovane che ha tentato il suicidio a Monterusciello: “Volevo solo aiutare un amico…”

E’ ancora sotto shock, con un polmone afflosciato e alcune contusioni da curare in un reparto dell’ospedale di La Schiana.

Francesco, 26 anni, residente al rione Toiano, è il giovane che ieri pomeriggio ha  tentato di ammazzarsi lanciandosi dalla villetta comunale di via Saba a Monterusciello.

Il luogo del tentato suicidio

Se può raccontare cosa è accaduto, è solo perché l’impatto col suolo è stato attutito dalle sterpaglie che ricoprono i resti archeologici sottostanti.

Oggi, Francesco è stato ascoltato dagli agenti del Commissariato di Polizia di Pozzuoli, che indagano sull’episodio.

E lui, agli inquirenti, ha raccontato che si trovava lì (dopo aver percorso la variante Anas in bicicletta, come testimonia la foto che vi proponiamo qui in basso e anche in copertina, immagine scattata ieri mattina da un automobilista) per incontrare Gennaro, suo coetaneo ed amico di vecchia data.

Francesco ha raccontato che Gennaro, da un po’ di tempo è entrato in un brutto giro e che lui, per cercare di farlo uscire da questa situazione, ha cominciato ad aiutarlo economicamente e con dei regali.

Ieri, però, i due, ritrovatisi nella villetta di via Saba, hanno avuto una discussione.

Francesco ha raccontato di aver rimproverato a Gennaro (in presenza della fidanzata di quest’ultimo) che così facendo avrebbe combinato solo guai e che avrebbe dovuto cambiare vita.

L’ambulanza che ha soccorso Francesco

Poi, come colto da una sorta di raptus, Francesco (che aveva fatto uso di cannabis, come dimostrato dagli esami tossicologici cui è stato sottoposto in ospedale) ha preso il ramo di un albero e ha percosso Gennaro con due colpi alla testa, ferendolo per fortuna solo lievemente.

Gennaro e la fidanzata sono scappati via per la paura.

Francesco, per il rimorso di aver fatto del male al suo amico, si è lanciato nel vuoto.

Il resto lo ha fatto la buona sorte, concedendo a Francesco un atterraggio “morbido” che gli ha salvato la vita.

Questo è quanto si sa al momento.

Ancora non si conosce, infatti, la ricostruzione dell’accaduto fornita agli inquirenti da Gennaro (l’amico di Francesco), la sua fidanzata ed eventuali altri testimoni dell’accaduto.

IL VIDEO DI FRANCESCO CHE GUIDA IN BICICLETTA SULLA VARIANTE ANAS

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli pubblicati