L'epicentro della scossa avvertita alle 10.40

Dopo Natale e Santo Stefano, anche oggi la terra ha tremato in città.

Si tratta di un vero e proprio sciame sismico, con quattro scosse a partire dalla primissima mattinata.

La più forte alle 10.40 di magnitudo 1.4 (con epicentro tra il lungomare e la zona del Carmine a 1.380 metri di profondità).

Altre due scosse di magnitudo 1.1 (entrambe con ipocentro a circa 1.200 metri di profondità, sempre con epicentro tra il lungomare e la zona del Carmine) sono state invece avvertite alle 5.54 e alle 12.22, mentre un sisma di magnitudo 1.3 si è verificato alle 14.30 con epicentro nella zona di via Luciano ed una profondità di 2.890 metri.

Il sisma di ieri si era invece verificato alle 4.52 al largo tra Lucrino e Baia (magnitudo 1.8 a 4.120 metri di profondità) mentre sabato era avvenuto alle 12.15 con epicentro nella zona della Solfatara (magnitudo 1.7 a 1.000 metri di profondità).

Domani l’Osservatorio Vesuviano emetterà il nuovo bollettino settimanale sull’andamento del fenomeno bradisismico: da luglio il suolo di Pozzuoli ha diminuito la sua velocità di sollevamento, che attualmente è di circa 1,2 centimetri al mese (82,5 centimetri da gennaio 2011).