Sono in corso di identificazione, attraverso testimonianze e video, i responsabili di quanto accaduto ieri pomeriggio al rione “Marocchini” del lungomare.

Ne dà notizia, sulla sua pagina Facebook, il sindaco Enzo Figliolia.

Ecco il post del Primo Cittadino.

Per chi ha preso parte a quegli assembramenti, scatteranno inevitabilmente le sanzioni previste dalla legge: denuncia penale, ammenda e obbligo di quarantena in casa per due settimane.

Vista l’eco mediatica che ha riscosso quel filmato (mandato in onda da tutte le principali testate televisive e pubblicato dalla stragrande maggioranza dei giornali on line nazionali) non si esclude nemmeno la possibilità che il Comune decida di portare in Tribunale queste persone anche per aver arrecato un danno all’immagine della città.