Ricevo e pubblico*

Scorretti sono coloro che parlano di monarchia e voto “drogato”. Con supponenza ed arroganza offendono l’intelligenza di migliaia di cittadini puteolani che liberamente, con coscienza e autonomia hanno votato non una volta, ma ben due volte il Sindaco Vincenzo Figliolia e la coalizione che lo ha appoggiato. La città ha scelto democraticamente.

La polemica che sta montando è la dimostrazione di come l’opposizione consiliare non abbia alcuna proposta politica e si appigli a sterili scontri che palesano l’assenza di una visione di città e di sviluppo del territorio.

I toni e i termini utilizzati in questa vicenda, da chi si oppone alla valorizzazione dell’ex convitto Monachelle, appartengono alla vecchia politica che poco ha a che vedere con il presente ed il futuro di una città radicalmente cambiata e migliorata.

Siamo contro la politica, malata e spocchiosa, dell’autogestione e dell’anarchia.

Purtroppo l’ex convitto Monachelle rientra nella competenza del Comune di Napoli, grande assente in questa vicenda e che comunque ha manifestato la volontà di alienare il suddetto immobile, sperando diventi attrattore turistico-ricettivo.

Tuttavia questo non ci fermerà nel continuare a riaffermare legalità e sicurezza; principi saldi del nostro agire e del nostro intendere l’amministrazione pubblica.

Siamo certi che la città osserva e saprà giudicare quanto fatto dalla maggioranza di governo che con il sindaco Vincenzo Figliolia continuerà a far crescere Pozzuoli e i Campi Flegrei.

*La maggioranza di governo al Comune di Pozzuoli