Il fotomontaggio infografico realizzato dal Movimento Cinque Stelle per descrivere la situazione




L’argomento è di quelli che forse non fanno presa sul popolo, ma dimostra in modo lampante come, a volte, chi detiene il potere (o chi ne divulga il pensiero) lo usa come fosse “onnipotente”, dimenticando le regole istituzionali e, soprattutto, il buon senso.

E’ accaduto infatti sulla pagina Facebook  del Comune di Pozzuoli (ma accade da sempre anche sul sito istituzionale dell’Ente,  pagato da tutti ma accessibile, nell’inserimento dei contenuti, soltanto all’Amministrazione) che sia stata pubblicata una nota che non conteneva soltanto una informazione alla città ma anche delle pesanti valutazioni su alcuni consiglieri di opposizione in merito alla questione della gratuità delle spiagge libere (CLICCA QUI PER LEGGERLA).

La circostanza ha fatto insorgere gli stessi esponenti di minoranza, tre dei quali (Antonio Caso, Domenico Critelli e Raffaele Postiglione) hanno inviato una pec al presidente consiliare Manzoni in cui chiedono spiegazioni sull’accaduto.

La pec inviata dai tre consiglieri al presidente del parlamentino civico

Non solo: con un post il consigliere Caso (CLICCA QUI PER LEGGERLO) e con una diretta Facebook (che pubblichiamo al termine dell’articolo) il suo collega Postiglione, hanno denunciato pubblicamente la situazione, evidentemente sfuggita di mano a chi cura la comunicazione del Primo Cittadino.

Comunicatore di cui nessuno conosce il nome, visto che, attualmente, esiste soltanto un portavoce del Sindaco.