Ricevo e pubblico*

Dopo numerose segnalazioni da parte di cittadini, inviate anche a mezzo stampa tramite blog e siti, siamo andati a verificare lo stato del lago d’Averno e del lago Lucrino e dei canali contigui.

Sono verifiche che facciamo periodicamente e abbiamo potuto constatare che la pulizia tanto propagandata e per la quale si sono profuse tante energie da parte del Comune con la Città Metropolitana e con la Sma Campania, per un’attività che fino ad oggi veniva fatta con migliori risultati dal solo Comune di Pozzuoli, è stata fatta davvero male e, in alcuni tratti, sono stati lasciati i residui di canne che ostruiscono il deflusso dell’acqua esattamente come avveniva prima della bonifica.

Ci auguriamo ovviamente che il lavoro non sia finito qui.

Intanto però abbiamo potuto rilevare l’esistenza di una sorta di diga improvvisata realizzata con un pannello di ferro e mattoni di risulta: se è stata sistemata lì dal Comune ci sembra una diga fin troppo arrangiata e certamente non a norma, se invece è stata posizionata da qualche malintenzionato potrebbe essere pericolosa per il regolare flusso dell’acqua.

 

In ogni caso si denota, ancora una volta, mancanza di informazioni ai cittadini e grave mancanza di attenzione e di vigilanza da parte dell’assessora che dovrebbe fare dei sopralluoghi sul territorio come facciamo noi, avendo tra l’altro mezzi a disposizione e lavorando per il Comune e quindi per i cittadini.

Per cui invitiamo il consigliere che è stato eletto sotto il simbolo dei Verdi, e l’assessora all’ambiente da lui indicata, a verificare bene come vengono effettuati i lavori di pulizia.

*Gennaro Andreozzi (commissario unico dei Verdi di Pozzuoli)

 

 

*Vicente Migliucci (consigliere federale nazionale dei Verdi)