Ricevo e pubblico*

Carissimo Danilo Pontillo, ti scrivo per segnalarti un annoso problema per noi abitanti del lungomare Pertini: i fuochi di artificio.

La notte tra venerdì 27 e sabato 28, alle 1.20, è stata sparata, altezza emiciclo, una batteria di fuochi di artificio durata fino alle 1.25.

La notte tra sabato 28 e domenica 29, alle ore 2.05, è stata sparata una batteria di fuochi di artificio fortunatamente durata solo una ventina di secondi.

Se non ricordo male, qualche anno fa, l’attuale amministrazione comunale emise un’ordinanza che vietava l’utilizzo di fuochi artificiali “rumorosi”.

A riprova di ciò faccio un esempio: nei giorni scorsi ho presenziato ad un matrimonio in un locale sul territorio di Pozzuoli e sono stati utilizzati fuochi artificiali, bellissimi, e non rumorosi.

Mi chiedo: ma sul lungomare Pertini l’ordinanza è valida oppure no?

Potrei citare altre decine e decine di casi del genere.

Per tacere di persone che continuano imperterrite a giocare a basket, in particolare sul campetto più fino alle 4 del mattino o di ragazzi, che si riuniscono fino alle 5 del mattino e fanno i comodi loro.

Non so chi dovrebbe essere addetto al controllo, presumibilmente la polizia urbana: fatto sta che dopo la mezzanotte il lungomare Pertini diventa terra di nessuno.

Non so se contrattualmente sia possibile prevedere un controllo, almeno fino alle 2 o alle 3 del mattino, per disturbo alla quiete pubblica ma, secondo me, sarebbe il caso di pensarci, almeno nel periodo maggio/ottobre.

Ovviamente, il tutto dipende non solo dai mancati controlli ma anche e soprattutto dalla maleducazione e dall’inciviltà delle persone.

O anche dalla loro ignoranza.

Mi spiego: se sul lungomare ci fossero disseminati dei cartelli con determinati divieti, magari tutto ciò potrebbe rappresentare un deterrente.

*Lettera firmata