HomenewsGiardinetti di Toiano: finchè...
spot_imgspot_img
spot_img

Giardinetti di Toiano: finchè la barca sta…lasciala stare…

Sta lì da almeno otto mesi ed è ormai diventata parte integrante del “paesaggio”: sarà forse per questo motivo “affettivo” che nessuno si degna di rimuoverla, sebbene sia ormai chiaro a tutti che si tratta di un rifiuto abbandonato.

Già: perché i resti della barca che vedete nella foto grande in alto (adornata  peraltro da un materasso di più recente dismissione e proveniente da chissà quale casa del circondario) fanno pessima mostra di sé da inizio primavera nel bel mezzo di un giardino comunale del rione Toiano, in via Adriano.

Inutile soffermarsi sull’atto di inciviltà in sé, talmente evidente da lasciare senza parole abbastanza offensive per chi lo ha compiuto.

Piuttosto, le domande che mi pongo sono le seguenti.

Se questo scempio ho potuto vederlo e immortalarlo io (che da quelle parti non ci abito né ci lavoro ma ci passo soltanto per caso e ho potuto facilmente attingere dai residenti preziose  informazioni sull’effettiva “anzianità” di quel rifiuto), com’è che chi avrebbe avuto il dovere di intervenire, finora si è rivelato cieco o, peggio, omissivo?

Dov’è il Comune, la cui sede centrale è a 200 metri in linea d’aria da quella barca abbandonata?

Dov’è la ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti, che ogni giorno circola con i propri mezzi anche da quelle parti per prelevare l’immondizia?

E dove sono gli ispettori ambientali volontari, nominati due mesi fa da Figliolia?

Al rione Toiano non ne gira nessuno?

Ne gira qualcuno che…si gira dall’altra parte?

Oppure una loro segnalazione in tal senso è stata inoltrata e nessuno del Municipio l’ha presa in considerazione?

Domande a cui chi di dovere è tenuto a dare risposte.

Non tanto a me, ma alla stragrande maggioranza di cittadini che, come me, sono stufi di denunciare (spesso più volte e inutilmente) situazioni di degrado o illegalità su cui in un paese normale bisognerebbe intervenire subito.

O, quanto meno, non lasciarle marcire lì per otto mesi!

spot_img
spot_img
spot_img

Ultimi articoli pubblicati