Usurate dal tempo e dagli agenti atmosferici, con tappetini antiscivolo ormai consumati e troppi adulti che le hanno utilizzate impropriamente, spesso perfino vandalizzandole.

Sulle giostrine installate dal Comune all’estremità sud del lungomare nel dicembre di nove anni fa abbiamo scritto tanto, raccontando di episodi di inciviltà (come quelli che hanno causato il “trasloco” forzato dell’altalena per disabili) e di incidenti che solo per fortuna non si sono tramutati in tragedia.

Da lunedì pomeriggio quello spazio è vuoto, transennato alla meno peggio, dopo l’intervento di una squadra di operai del Municipio, che, su precisa indicazione dell’Amministrazione, ha fatto piazza pulita di ogni attrezzatura destinata ai più piccini.

 

Ne saranno installate di nuove, come annunciato dal sindaco Enzo Figliolia su Facebook.

L’auspicio è non solo che siano più belle e funzionali delle precedenti, ma che soprattutto (al di là di ogni considerazione sull’efficacia della videosorveglianza) la gran parte di cittadinanza perbene le sappia proteggere dagli immancabili distruttori dei beni della collettività.

E che nelle “stanze dei bottoni” si ricordino periodicamente di manutenerle, senza più ripetere l’errore di abbandonarle al proprio destino.